Progetto ESACOM

Partecipanti: Eurix, IREN, IREN Energia, PRO LOGIC, SCREEN 99, MODELWAY

Gli edifici sono spesso oggetto di eccessivi consumi energetici dovuti alla climatizzazione, con importanti conseguenze in termini di costi ed efficienza. Una delle cause è la difficoltà nel definire un compromesso tra la gestione dei flussi energetici e le esigenze degli utenti coinvolti, che induce a comportamenti individuali errati e gestioni inefficienti degli stabili.

Il progetto ESACOM intende studiare e testare sul campo un sistema di retrofitting non invasivo sui sistemi di controllo/climatizzazione esistenti, economicamente vantaggioso, di facile integrazione con la situazione impiantistica esistente e che porti velocemente e facilmente ad una ottimizzazione energetica.

Tale sistema farà parte di una piattaforma tecnologica in grado di fornire agli Stakeholders uno strumento scalabile di gestione dei dati energetici e impiantistici esistenti, misure oggettive e soggettive in campo a supporto dell’attuazione.

Il livello innovativo di questo progetto sta nello sviluppare una sovra-piattaforma il più possibile indipendente da eventuali sistemi già esistenti negli edifici, che riesca ad interfacciarsi e interconnettersi con loro, e che abbia un ampio grado di flessibilità per renderlo applicabile ad un ampia casistica di edifici ed impianti esistenti. Rispetto ai precedenti progetti:

  • ESACOM permetterà di migliorare il comfort percepito dagli utenti di un edificio, rendendoli più consapevoli e mirando ad ottenere dei cambi comportamentali;
  • ESACOM consentirà ai fornitori del servizio di gestione energetica di ottenere le informazioni necessarie al raggiungimento del miglior compromesso tra comfort e consumo di energia, attuando le azioni necessarie per massimizzare la sostenibilità ambientale ed economica. Le attuazioni, intese come modifica dei parametri di funzionamento degli impianti di riscaldamento
    e condizionamento, verranno condotte attraverso infrastrutture hardware e software che si interfacceranno in maniera non invasiva e senza necessità di modifiche sostanziali, ai sistemi di gestione degli edifici esistenti (PLC, BMS…), con un obiettivo di flessibilità e possibilità di retrofitting a gran parte del parco edilizio.

L’integrazione dell’aspetto tecnologico con quello sociologico e comportamentale, raccogliendo i dati da due diversi punti di vista: oggettivo e soggettivo, è un altro aspetto importante del progetto. Il punto di vista oggettivo è ovviamente quello che si ricava dalla sensoristica di campo, che rileva i dati di temperatura, umidità relativa e concentrazione di CO2 negli ambienti in esame. Il punto di vista soggettivo implica che gli utenti diano un loro personale feedback sul comfort rilevato nell’ambiente. Il Progetto coinvolgerà nella sperimentazione 3 edifici di cui 2 pubblici e uno privato nella città di Torino. In tali edifici il paradigma Internet of Things (IoT) verrà declinato installando sensoristica e dispositivi di attuazione di nuova generazione in grado di rendere sempre più “smart” i luoghi destinati selezionati.

I punti chiave per questo progetto sono quindi i seguenti:

  • Controllo e attuazione: ovvero l’applicazione degli algoritmi di ottimizzazione energetica desunti dall’accoppiamento sensori oggettivi e soggettivi, al fine di modificare i parametri tecnici delle centraline/PLC esistenti o che verranno installati in un’ottica di retrofitting impiantistico;
  • Piloti diversificati: per ampliare il modello di business del prodotto finale e aumentare la ricaduta su diversi mercati;
  • Sensibilizzazione degli utenti degli edifici attraverso la condivisione di dati energetici, al fine di stimolare cambi comportamentali e cambi sulla percezione del comfort;
  • Infrastruttura informatica scalabile e robusta: sviluppo di un portale di visualizzazione e gestione dei dati multi-stakeholders (utilizzabile da utente finale, Energy Manager, gestore dell’impianto, pubblica amministrazione, Autorità), con interfacce diverse a seconda dell’utente che lo utilizza;
  • Ottimizzazione energetica: rappresenta il tema centrale di tutto il progetto, poiché strettamente correlato al fine ultimo che si vuole ottenere, ovvero garantire all’utenza un livello adeguato di comfort termico e ovviamente avere un risparmio energetico.

Polo Clever – Energy and Clean Technologies.

Progetto: ESACOM – “Energy SAving and COMfort optimization”.

Codice: 311-121.

P.O.R.    FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE  2014/2020

Asse I-Azione I.1b.1.2-Poli di Innovazione Linea A